Coro Polifonico "G.Carissimi" di S.Maria delle Mole - Roma.

Costituito da circa 40 coristi e vari musicisti collaboratori , risulta essere un coro con caratteristiche uniche , non paragonabile alla quasi totalità del panorama corale Italiano , in quanto sia per Repertorio , che Organico strumentale ed interpretazioni , si discosta molto dalle Corali polifoniche propriamente dette .

Da oltre 18 anni impegnato nella diffusione della Musica di qualità e di un repertorio di assoluto pregio artistico , il nostro Coro vanta ormai moltissimi Concerti ove l'interpretazione, la musicalità, la sperimentazione e la componente emozionale insita nel DNA del coro, fanno delle nostre performance delle esperienze piacevoli,pregnanti e mai noiose per qualsiasi tipo di pubblico .

La nostra storia e filosofia . . .

 Tanti anni fa, a Santa Maria delle Mole, un gruppo di cittadini decise coraggiosamente di condividere una nuova esperienza di tipo musicale istituendo un piccolo coro parrocchiale per l’animazione delle celebrazioni liturgiche. Non sappiamo di preciso quali fossero le aspettative di questi primi coristi, ma sicuramente nessuno di loro avrebbe mai immaginato quanta strada avrebbe fatto, di lì a poco, il loro gruppo. Così, in modo del tutto inconsapevole, iniziarono ad esercitarsi assiduamente, a cimentarsi in brani via via più impegnativi, si affidarono ad una direzione artistica più professionale e, in pochi anni, arrivarono con ansia ed emozione, alla prima esibizione ufficiale come coro polifonico Giacomo Carissimi, il concerto di Natale (Dicembre 1996, anche se le origini risalgono a circa dieci anni prima).

 Da questo punto in poi è stato un crescendo: ad ogni concerto ne susseguiva un altro e sempre più cittadini si accostavano a questa esperienza, fino ad arrivare al coro che oggi tutti possono ammirare nelle esibizioni, composto di circa 40 elementi, divisi in quattro voci: soprano, contralto, tenore e basso.

 

La maggior parte dei coristi non possiede una preparazione teorica musicale, non essendo questo un prerequisito per appartenervi, dal momento che all’interno del coro si ricevono nozioni di musica corale (in maniera del tutto gratuita!) al fine di acquisire le basi per un’educazione musicale vantaggiosa per il gruppo: ciò che conta in questo contesto non è il singolo, ma l’insieme, un insieme collaborativo e vicendevolmente rispettoso, in cui l’intesa musicale tra i componenti si ripercuote poi nella vita di tutti i giorni.

 

La volontà di rafforzare ed accrescere tale intesa, per noi strumento chiave di successo, ha da sempre portato questo coro a condividere momenti, quali gite ed eventi festosi, che nascono dalla voglia di stare insieme e dal piacere di brindare allegramente alle gioie di ognuno di noi; in altre parole, quasi sempre dopo le prove, ci si ritrova con una fetta di torta ed un bicchiere di vino (per i più giovani di aranciata!) ad intonare canti con il sorriso sulle labbra.

 

 Ecco cosa è davvero il coro: è condivisione, è stare insieme senza prevalenze, poiché come dice sempre il Maestro: “la vostra voce è una maglia che costituisce un prezioso e delicato tessuto sonoro; la vostra attenzione sta nel non crearvi smagliature”.

L’obiettivo principale del coro è sempre stato quello di diffondere la cultura musicale, soprattutto tra i giovani, dove si sta perdendo la consapevolezza della bellezza dell’arte, di quella musicale in primo luogo, e a cui ci proponiamo come possibilità per accostarsi alla musica in modo serio ma piacevole, poiché quello che si richiede è sì l’impegno da parte del corista, ma quello che si offre è la possibilità di conoscere brani di musica classica di un certo livello, intervallando il loro studio con piacevoli arrangiamenti di pezzi noti della musica leggera.

 

L'attenta scelta del repertorio costituito esclusivamente da brani d'autore o da arrangiamenti inediti scritti appositamente dal nostro Maestro , costituisce una delle peculiarità del nostro Coro .

Il nostro repertorio, infatti, spazia dalla musica sacra e liturgica, di artisti quali Mozart, Perosi, Miserachs, Dobrogosz e Bach , ad  alcuni dei brani più conosciuti della musica leggera, come Barbara Ann e Ragliabà, Colonne sonore come Moon River, fino a brani della cultura popolare italiana, quali Vecchia Roma o Torna a Surriento. Non c’è da annoiarsi insomma, ce n’è per tutti i gusti , e questa nostra ecletticità ci permette di partecipare ad eventi musicali di natura diversa , da Celebrazioni Liturgiche a Concerti e Rassegne Corali.

  • Facebook - White Circle
  • LinkedIn - White Circle
  • Twitter - White Circle